“Grazie a tutti di sognare !” (prima parte)

.
.

Era già scuro il cielo limpido di Piazza San Giovanni, ancora gremita oltre ogni più ottimistica previsione, quando il grandissimo Roberto Vecchioni ha dato inizio alla parte musicale della memorabile giornata.
E dal momento stesso in cui, nel presentare il brano ‘Sogna, ragazzo, sogna’, ha pronunciato quella frase, l’ho custodita nella memoria come ottima sintesi e ottimo titolo per il mio resoconto del ‘No Berlusconi day’.

Il giorno che segue l’intensa e faticosa giornata è dedicato innanzi tutto al riposo.
La voracità di navigare fra un sito e l’altro, per rivivere, rielaborare, ripensare, commentare, è limitata dalla necessità di sistemare un po’ la casa: siamo in pieno ‘ponte dell’Immacolata’, e come a volte succede in questi casi, da domattina ospiterò per un paio di giorni dei cari amici che mi vengono a trovare.
Se sono riuscito a scaricare le centocinquanta foto che ho scattato ieri, e a ritagliarne le cinque che corredano questo post, dovrò invece rimandare ad una seconda parte i miei racconti e le mie riflessioni.

Mi limito, in questa prima parte, ad una sola considerazione.
Le opere dell’ingegno umano possono avere diversi livelli di riuscita, in senso di efficacia e di bellezza, ma perché si giunga al capolavoro devono concorrere molti elementi fortunati.
Ecco, credo che la manifestazione di ieri verrà ricordata come un capolavoro.
Quasi due mesi di gestazione dalla scintilla iniziale: il tempo necessario per portare l’opera a piena maturazione.
Il fuoco che si diffonde ad una velocità impressionante, su Facebook, sui blog, poi su alcuni giornali, poi nel mondo dell’associazionismo e della politica, poi in alcuni programmi tv, alimentato dall’adesione convinta di un numero sempre più alto e qualificato di personalità di spicco.
Il crescendo degli episodi che riparano l’anello debole della catena: la mancanza di un evento scatenante.
Ci pensa lui stesso, mister B., con l’inqualificabile progetto di una legge ‘ammazza processi’, che provoca la sacrosanta indignazione del mondo ancora pensante.
E poi il colpo di scena, atteso ma giunto magistralmente proprio alla vigilia del giorno prefissato: le dichiarazioni in aula del pentito Gaspare Spatuzza, che conferma nomi e cognomi, fra cui quello di Silvio Berlusconi.
E infine il meraviglioso teatro dell’evento, le vie e la grande piazza di Roma, reso sfavillante da uno splendido e tiepido pomeriggio di sole dicembrino.

Mi fermo qui, per ora, lasciando la parola ad alcune immagini.
Un saluto a tutti, e tanti vividi e intensi sogni, ovviamente di colore viola !

.

.
.
.

——-
(Scritto domenica 6 dicembre, pubblicato lunedì 7)

Informazioni su Franz

Per una mia presentazione, clicca sul secondo riquadro ("website") qui sotto la mia immagine...
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a “Grazie a tutti di sognare !” (prima parte)

  1. alanford50 ha detto:

    Certo che a pensarci bene alla mafia conviene dare una mano a farlo scendere dal trono, se non fosse altro perchè Lui per dimostrare che è l’unico governo che è stato capace di combattere la mafia li sta facendo arrestare tutti nel giro di questi pochi ultimi giorni, cissà come mai prima invece molti ma molti di meno….

    Ciaooo neh!

    • Franz ha detto:

      Comunque sia, restano molti interrogativi inquietanti: non sarà che il tiranno trovi un nuovo accordo, a seguito delle rappresaglie della mafia, che soddisfi le loro richieste ? E se vogliono silurarlo, che cos’hanno in mente per il dopo-Silvio ?
      Come ha detto Giovanni Favia, consigliere comunale a Bologna per la lista Beppe Grillo, “morto un nano se ne fa un altro” !

      Triplo mah!
      E triplo ciao, neh.

  2. Giovanna Amoroso ha detto:

    W IL COLORE VIOLA!!!

    Un ottimo resoconto della manifestazione, caro Franz!

    Buona serata e dolce notte.
    Giovanna

  3. lagiraffa ha detto:

    Il grande merito di Silvio I è stato quello di aver fatto risvegliare le coscienze degli italiani. Bene, ora può pure tornarsene a casa sua 😀 insieme a tutto il PD e a tutti i politici che, in questi anni, se ne sono fregati delle persone.

    • Franz ha detto:

      Ci hanno messo un bel po’ di tempo, Silvio I e tutte le cariatidi della politica, a risvegliare le coscienze, ma alla fine ci sono riusciti.
      E’ finalmente il momento, per loro, del meritato riposo (…Hammamet ?). 😎

    • alanford50 ha detto:

      Ciao Giraffa, convengo con te che quello di Silvio I è stato per tutti noi un ottimo espediente per risvegliare coscienze da troppo tempo sopite, per ora numericamente anche se nella piazza sono sembrate tante, in realtà sono assolutamente forze insuffucienti per mandare a casa il Re e la sua corte, ma diciamo che siamo in una situazione di WORK IN PROGRESS, (poco work e molto in progress) in quanto ad Hammamet se non nell’immediato credo comunque sia per lui giunta l’ora di incominciare a fargli dare una bella rinfrescatina ai muri, una bella tinteggiatura tanto per non farsi trovare impreparato in un auspicabile prossimo futuro.

      Non ho capito però la tua affermazione “ora può pure tornarsene a casa sua insieme a tutto il PD e a tutti i politici” se va via Lui e pure il PD (L’opposizione) chi resta a governare? a parte gli scherzi in effetti per ora nemmeno loro sono in grado di fare nulla di buono per noi poveri Italiani, sicuramente non mi è piaciuto che il capo dell’opposizione non abbia partecipato nemmeno in forma privata alla manifestazione, tanto per fare capire insomma che non poteva esserci a nome del suo partito, ma almeno a livello personale poteva affrancare il senso della giornata con la sua presenza, invece si è defilato, probabilmente perché proprio non ha nulla da dire e dentro di se spera che Silvio I duri ancora a lungo, in modo da non dover mostrare che la tanto paventata opposizione non ha proprio nessuna soluzione ne nulla da dire e che quindi rappresenta il vuoto politico, un bel buco nero.

      Comunque io continuo sempre a sperare che me la cavo.

      Un bel salutone a Franz.

      Ciaooo neh

      • giraffa ha detto:

        Alan, e da quando il PD è un partito d’opposizione?? E’ anche grazie a loro, quelli che un tempo erano comunisti e poi hanno misteriosamente perso la memoria e la coscienza, se siamo in queste condizioni, non semplicemente perchè non hanno partecipato a questa manifestazione ma perchè non hanno partecipato alla vita degli italiani in tutti gli anni passati. C’è tutto un mondo, là fuori, di gente che potrebbe governare al posto loro, ce la cavermo.

  4. duhangst ha detto:

    Il viola non è il mio colore preferito, ma per questa volta faccio un eccezione, sogno e alla grande sogno..

    • Franz ha detto:

      “E ti diranno parole
      rosse come il sangue, nere come la notte;
      ma non è vero, ragazzo,
      che la ragione sta sempre col più forte; io conosco poeti
      che spostano i fiumi con il pensiero,
      e naviganti infiniti
      che sanno parlare con il cielo.
      Chiudi gli occhi, ragazzo,
      e credi solo a quel che vedi dentro;
      stringi i pugni, ragazzo,
      non lasciargliela vinta neanche un momento”

      Fingiamoci per un momento ancora “ragazzi”, per assaporare ancora di più i versi di Roberto Vecchioni !

  5. Missss ha detto:

    Caro il mio Franz, riposati, fai il bravo e goditi gli amici.
    Baci e abbracci. missss

  6. Rear Window ha detto:

    Penso anche io che il successo di questa manifestazione sia importantissimo perchè dimostra che l’apatia degli italiani è stata incrinata! Sabato si è dimostrato che la gente può riappropriarsi della politica, troppe volte ostaggio dei partiti, per lottare sul serio per la qualità della propria vita.wordpress stats plugin

    • Franz ha detto:

      Non so che cosa ci riservi il futuro: gli elementi in gioco sono tali e tanti che l’unica ragionevole previsione è che non mancheranno tensioni e conflitti.
      La giornata di sabato, però, oltre che una pagina di vita da custodire nello scrigno dei ricordi belli, è stata un’importante “dimostrazione”, come dici tu, che il cambiamento è possibile, e la speranza e il sogno hanno più che mai diritto di cittadinanza e ragione di essere.
      Un caro saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...