Antizuc numero 2

Contro la tirannia di Mark Zuckerberg
(i miei post di Facebook alla ricerca di visibilità alternativa)

10 ottobre 2019
.
Una notizia che non ha avuto risonanza, ma che potrebbe, nel giro di pochi anni, rappresentare una rivoluzione nel mondo delle telecomunicazioni.

Elon Musk

A rigor di logica e conoscendo la determinazione di quest’uomo, è in ballo l’intera telefonia cellulare, con buona pace degli operatori e delle smanie per il maleaugurato “5G” (…e l’ “internet delle cose”, che nessuno ci ha chiesto se davvero vogliamo). Clicca sull’immagine.
.
===============
25 ottobre 2019

Torri di cemento per lo stoccaggio di energia

Un’idea molto promettente…
(con uno dei due prototipi previsto in Italia).
Clicca sull’immagine.
.
===============
30 ottobre 2019

(Immagine e testo da altro utente)

D: Aspiro ad una vita stabile, ad uscire da questa costante oscillazione tra il piacere e la sofferenza; la mia domanda è: esiste uno stato di completezza permanente libero da queste vicissitudini?
R: Lei è questa “permanenza”, non può abbandonarla neppure un istante. Può trovarsi senza pensiero ma non può mai cessare di essere quello che fondamentalmente è, tutta felicità.
Ciò che è instabile non può condurvi verso ciò che siete voi essenzialmente, non mutevole, sempre nuovo.
Il mutevole colpisce solamente il corpo ed il mentale, questi sono fuori di voi stessi, sottoposti al tempo. Cosa volete da essi? Nessuno sforzo può condurvi a questo equilibrio ultimo. Solamente una lucida attenzione può suscitare il risveglio di questa comprensione. […]
.
D: Dei barlumi di questa verità di cui Lei ci parla mi appaiono, ma come viverli effettivamente?
R: Dovete abbandonare l’idea di migliorarvi. Non c’è nulla da trovare, nulla da raggiungere; cercare e voler conseguire dei risultati, moventi dell’entità che credete di essere, tesa verso un divenire in uno spazio-tempo. Non alimentate questa idea, abbiate un semplice atteggiamento di constatazione, senza velleità di riforme. Questo atteggiamento genera un meraviglioso rilassamento sul piano corporale e mentale, il quale successivamente si dissolve per mancanza di alimento per lasciare posto alla vostra vera natura. Tutto questo magico processo su svolge grazie alla vostra sola presenza, il Sé che è onnipresenza.
.
~Jean Klein, “Essere, vol. 1”

.
================
1° novembre 2019

Abolire i 5 Stelle
(di Marco Travaglio)

Interpretando un sentimento largamente diffuso nei partiti, nei giornaloni, nei grandi gruppi e nelle case degli italiani più furbi, vorrei lanciare un appello ai 5Stelle: uccidetevi. Scomparite. Scioglietevi. Estinguetevi. Come quelle sette religiose americane che si danno convegno in radure appartate e si ammazzano in massa. Tutti vi danno per morti? Anticipateli con un bel suicidio assistito collettivo. Ora si vota in nove regioni? Non candidatevi. Avete dei sindaci, tipo Raggi a Roma e Appendino a Torino? Fatele sloggiare subito. Siete maggioranza in Parlamento? Fate dimettere tutti i vostri 310 deputati e senatori. Avete Conte premier, 9 ministri, 6 viceministri e 16 sottosegretari? Via, tutti a casa. Dopo dieci anni d’inferno, l’Italia potrà finalmente chiudere quest’orrenda parentesi di antipolitica, populismo, giustizialismo e incompetenza. E tornare alla buona politica di un tempo, la politica di quelli bravi, colti e capaci. Salvini vincerà le elezioni, diventerà premier, avrà finalmente i pieni poteri, nominerà Savoini agli Esteri, Berlusconi alla Giustizia, Arata agli Interni e Siri alle Finanze, trasferirà Palazzo Chigi al Papeete, varerà la Flat Tax e il condono per chi non la paga, ripristinerà la prescrizione, i vitalizi e i 945 parlamentari, depenalizzerà la corruzione internazionale, il peculato, il finanziamento illecito, il razzismo e le altre specialità della casa, cancellerà il dl Dignità (non gli piace il nome) e il Reddito di cittadinanza (come dicono i salviniani di sinistra, “non funziona”, soprattutto per loro che uno stipendio ce l’hanno).

A destra saranno tutti contenti. E a sinistra pure, perché potranno gridare al fascismo un giorno sì e l’altro pure senza nemmeno il fastidio di governare o di proporre qualcosa. Un paradiso: mica come ai tempi di quel delinquente di Conte, che prima di fare il premier era avvocato e aveva addirittura dei clienti; poi, da capo del governo, voleva addirittura punire gli evasori fiscali e si permetteva financo di governare senza chiedere il permesso alla Fiat e a Caltagirone e di non spifferare i decreti in anteprima a De Benedetti, il che lo rendeva inviso ai giornaloni. Nelle regioni e nelle città tornerà il buongoverno della destra e della sinistra, che a turno le avevano così bene amministrate prima della calata dei barbari. Dall’Alpi a Scilla, l’Italia del Sì sarà un gran festival di nuovi Tav, nuovi Tap, nuovi Mose, nuovi Expo, nuove Olimpiadi, nuovi Mondiali, nuovi inceneritori e nuove retate. Poi, un bel mattino, un bambino si sveglierà nella sua cameretta, aprirà la finestra e domanderà ai genitori: “Cos’è questa puzza di merda?”. E quelli: “Piccino, si stava meglio quando si stava peggio”.

(da: Il Fatto quotidiano del 1° novembre 2019)
.
===============
7 novembre 2019
.

Da qualche settimana, grazie a Facebook, ho saputo della ripresa di un vecchio programma della bolognese Radio Città Fujiko (103,100 Mhz, ma anche via internet dal sito, sia in diretta che in differita), in onda il mercoledì sera dalle nove alle undici, intitolato “Controvento”.
Nelle serate alla guida del taxi era per me il più atteso dei programmi musicali, con repertorio di brani selezionati da ogni parte del mondo (la cosiddetta “world music”), commentati con dovizia di particolari dal conduttore, Salvatore Titolo.

Dalla trasmissione di ieri ho scelto un brano particolarissimo, che testimonia una strana unione fra il folk irlandese e quello messicano, unione scaturita da un interessante episodio storico che non conoscevo (siamo alla seconda metà del 1800), che è stato raccontato in trasmissione e anche in questo articolo.

Lo eseguono il complesso irlandese The Chieftains con lo statunitense Ry Cooder e la voce della messicana Lila Downs. Clicca sull’immagine.
.
===============
4 novembre 2019
.
Grigiore
.
Fuori riparati sotto i tendoni
discutono ancora della partita
una confortante miscela qui
di appartata stemperata sospesa tranquillità
pioggia e fagocitante grigiore
su tetti e finestre
e secolare stanchezza
frutto di centomila situazioni tutte
più o meno imbarazzanti
no dimmi ti evoco fantasma di donna
che non conobbi e non avrò al mio fianco dimmi
che oggi non si andrà a dormire
né dovremo questa volta soffocare
l’ansia di vita che ancora brucia dentro
nativa incomprensibile
come peraltro ogni cosa
e vai tu a sapere ciò che apparirà
già domani nel mio orizzonte
oltre all’appuntamento con l’idraulico
e altre ansie quotidiane
sicuro non mi candiderò per il direttivo
di questo circolo
più probabilmente cercherò in internet
informazioni testimonianze compensazioni
ma intanto adornato di ori
il ritratto bizantino della Madonna
austero e inespressivo
sorveglia dall’alto la città
solita confusione
nel vicino bar ristorante
è così che la nostra occidentale congrega
scandisce con ritmo settimanale
il suo procedere allineato e incosciente
verso il nulla

San Lazzaro di Savena, 3 novembre 2019
.
.
.

Informazioni su Franz

Per una mia presentazione, clicca sul secondo riquadro ("website") qui sotto la mia immagine...
Questa voce è stata pubblicata in Antizuc e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Antizuc numero 2

  1. Sari ha detto:

    Quanta carne al fuoco in questo tuo post lungo.
    Mi chiedo: a fronte di tanta spesa e tanto impegno, che vorrà questo signor Musk in cambio? Saremo tutti controllati, spiati, usati? Mi fanno paura i rapidi cambiamenti e a dire il vero non abbiamo bisogno di tutta questa celerità… alle moderne esigenze basterebbe una buona connessione che non vada a singhiozzo e sia possibile in ogni città.
    Passo alla tua poesia e vedo l’acquerello di un tempo e delle emozioni che l’abitano. Chi sa scrivere è avvantaggiato… sa cos’è, com’è e dove sta andando e tu, ricco di pensieri come sei, troverai sempre una penna per fissarli e regalarli.
    Ciao Franz.
    P.S.: Quanto è arrabbiato Travaglio…

    • Franz ha detto:

      Rispondo seguendo i tuoi punti, cara Sari.
      Questa mia nuova collana di post vuole essere un po’ come una rivista, per sua definizione molto varia di temi e di approcci, tale da permettere anche di “sfogliare le pagine” soffermandosi solo sulle preferite.
      Spero, pian piano, che la scoprano e vi si affezionino nuovi utenti, oltre a quelli storici, che siete rimasti solo tu e Amanda.

      Tema Elon Musk. Premetto che sottoscrivo ampiamente quanto dici sull’aver raggiunto ormai orizzonti telematici più che sufficienti, argomento questo che mi rende molto indignato sul prospettarsi, invasivo e potenzialmente molto pericoloso per la salute, della tecnologia “5G”.
      Il progetto di Musk mi sembra che però abbia degli enormi pregi: estendere la connettività a ogni punto del globo e saltare a pie’ pari la rete cellulare, con vantaggio (che intuisco nella mia relativa ignoranza in materia) di una minore pervasività delle onde elettromagnetiche. In pratica, anziché a una rete orizzontale di ripetitori, ogni apparecchio mobile potrebbe puntare direttamente (e soltanto) a una rete di trasmettitori in orbita geostazionaria, in connessione dati; la fonia (cioè le telefonate in voce) potrebbe diventare solo appannaggio di internet, come è ora già possibile per Whatsapp, Skype, Messenger, eccetera.
      Che cosa cerchi lui, oltre a una posizione dominante nella storia e forse anche a qualche enorme ritorno economico, non saprei dire, ma posso essere certo che già ora, e sempre più (tanto più con il “5G”), siamo e saremo sorvegliati e manipolabili dai grandi colossi, sia in campo telematico (Apple, Amazon, Facebook, Google) che finanziario (i principali gruppi bancari del pianeta).

      Poesia. Ti ringrazio per i tuoi complimenti, che non mi fai mai mancare e che mi fanno bene!

      Travaglio. Ha un cervello “molto fino” e una capacità selettiva formidabile su argomenti vecchi e nuovi; inoltre una scrittura sempre molto arguta. Per me è sempre un piacere leggere i suoi commenti in campo nazionale.
      Credo che pecchi solo di uno sguardo non altrettanto attento e informato sugli equilibri internazionali, che bene o male gravano anche sulle nostre teste.

      Ciao Sari, buona settimana!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.