Il carnevale di Santa Cruz

.
.
Ieri, martedì grasso, ho assistito con mio fratello alla tradizionale sfilata carnevalesca di Santa Cruz di Tenerife, un corteo di gruppi in coloratissimi costumi, che sembrava davvero infinito.
La grandissima importanza popolare della manifestazione è testimoniata dalla quantità di protagonisti d’ogni età, dalle tante coreografie musicate, ma anche dalla cura che richiede la predisposizione di quell’enorme sfoggio di abbigliamenti utili solo per un giorno.
A differenza delle sfilate carnevalesche di Viareggio e di tante altre città italiane, qui l’attenzione non è catturata da carri allegorici più o meno imponenti, ma semplicemente dai gruppi che sfilano, abbigliati a tema e sincronizzati nel fare musica e danzare (tante, tante percussioni e ritmi sudamericani); fanno eccezione i carri che portano, singolarmente, la Regina del Carnevale e le altre dame, tutte contornate da abbigliamenti di misure e fogge strabilianti.

L’occasione si prestava a un mio nuovo reportage fotografico; ancora una volta, dunque, pubblico un articolo a prevalente carattere di immagini.
Le ho suddivise in quattro capitoli: Gruppi e costumi, Le Dame, I protagonisti, Il pubblico.

1- Gruppi e costumi: una breve carrellata sul colpo d’occhio fornito da alcuni fra i tanti gruppi del corteo.

IMG_0834a
IMG_0841a
IMG_0852a
IMG_0856a
IMG_0862a
IMG_0877a
IMG_0878a

.
2 – La Regina e le altre dame: dopo il carro della Regina di questa edizione (che ha aperto e chiuso l’interminabile flusso), di tanto in tanto sono comparse le altre damigelle d’onore.

IMG_0845a
IMG_0847a
IMG_0867a
IMG_0889a
IMG_0899
IMG_0903a
3 – I protagonisti

Credo che questo sia il capitolo che meglio esprima la partecipazione gioiosa della cittadinanza protagonista della sfilata.
Per un giorno è stato bello lasciarsi coinvolgere, protagonisti e pubblico, dalla festa e dall’allegria, lasciando da parte le minacce del recente passato e del prossimo futuro.
L’aspetto rivoluzionario del carnevale, da tempi molto remoti, in fondo non è altro che questo.

IMG_0850a
IMG_0873a
IMG_0874a
IMG_0884a
IMG_0836a
IMG_0908a
IMG_0909a
IMG_0914a
IMG_0922a
4 – E infine uno sguardo sul pubblico multietnico (ma i tedeschi, in questa stagione, sono preponderanti).

IMG_0828a
IMG_0830a
IMG_0840a
.
Comunque oltre ai tedeschi, per finire, c’erano anche due “fratelli d’Italia” diversamente giovani, con maschera e mascherina d’ordinanza (quest’ultima, ovviamente, indossata con intento sarcastico, anche se temo che la cosa non a tutti fosse evidente…).

ZZZfratelli ditalia
.
.
.
.

Pubblicato in Tutti gli articoli | 2 commenti

Per le strade dell’isola (2)

.
.
In questa seconda rassegna, come ho preannunciato in risposta al commento dell’amica Sari, il fattore predominante si sposta dall’oceano alla terraferma, ove la roccia vulcanica, la vegetazione tropicale, le fioriture e gli insediamenti umani diventano i protagonisti.
In particolare, le prime tre immagini, di ambientazione lunare, si riferiscono ai vasti altipiani che contornano la cima del vulcano Teide, che con i suoi 3.715 metri è la vetta più alta del territorio spagnolo.

Buona visione: spero che vi piacciano…
.
0b13
0b13b
0b13c
0b18
0b28
0b36
0b40
0b41
0b42
0b43
0b50
0b52
0b54
0b54-63
0b56
0b57
0b61
.
.
.

Pubblicato in Tutti gli articoli | 6 commenti

Per le strade dell’isola (1)

.
.
Cari lettori: antichi, nuovi, estemporanei,
c’eravamo lasciati con il mio felice approdo a Tenerife e arrivo a Puerto de la Cruz, il 2 gennaio di questo 2023; ne serbo un ricordo dolcissimo, come avviene solitamente in relazione agli episodi che aprono nuove pagine di vita positive.

Così è infatti: in questo primo mese e mezzo, mai per un solo attimo ho avuto ripensamenti su una scelta di vita così importante e maturata in tempi così brevi.

Se non ho ripreso a scrivere, né intorno alla mia vita qui, né sul ribollire delle cose del mondo (quanto mai tumultuoso e appassionante) è dovuto alla concomitanza di alcuni fattori: in primo luogo i miei impegni burocratici, ma ancor di più una propensione più vacanziera che stanziale, a cui mi hanno piacevolmente indotto i miei vecchi amici Roberto e Licia, curiosi del mondo, innamorati di quest’isola e ivi presenti, in questa stessa città, per oltre venti giorni di questo mio periodo di esordio.

Con dispiacere di alcuni di voi (…e forse sollievo di altri, compreso, per il momento, il sottoscritto!), quest’articolo e il prossimo, che conto di pubblicare molto presto, non affrontano temi seri, ma solo una collezione delle immagini più interessanti che ho raccolto nelle giornate di peregrinazione coi miei amici, a bordo della mia fidata Ezechiela.

A evitare lo sgradevole effetto “occhi a ping-pong” tipico di tante proiezioni di diapositive, ho cercato di ridurre la selezione e, a evitare errori o imprecisioni, scelgo di non referenziare l’ubicazione dei luoghi fotografati, ma di lasciarli parlare, spero, con la loro efficacia espressiva.

Anche chi, comunque, ha desiderio di riprendere a leggere i miei resoconti, privati e pubblici, penso che sarà accontentato presto.

Per ora… buona escursione multipla.
.

0 001
0 003
0 005
0 007
0 010
0 013
0 021
0 023
0 029
0 032
0 033
0 034
0 036
0 043
0 048
.
.
.

Pubblicato in Tutti gli articoli | 6 commenti