L’Antizuc (2021-3)

Settimanale – esce il martedì sera o il mercoledì – Direttore “irresponsabile”: Francesco Selis
2 febbraio 2021
________________________________________________________
Il totem microbiologico
________________________________________________________

Nella definizione di totem data dal vocabolario Treccani, leggiamo, fra l’altro: “oggetto o fenomeno cui si attribuisce una relazione speciale con singoli gruppi sociali; (…) comunque (…) di particolare rispetto“.
Al concetto di totem è poi legato, secondo un famoso libro di Sigmund Freud, quello di tabù: “divieto sacrale di fare certe cose, di pronunciare certe parole, ecc.“.
Credo che molto della nostra vita attuale sia legata a queste due entità: l’imposizione del totem-vaccino, da parte di potentissimi gruppi di potere, e il tabù della sua messa in discussione, che pure avrebbe molti validi argomenti.
L’Antizuc di questa settimana, nella sua costante passione per la verità, cerca d’infrangere il tabù, a costo di perdere per strada lettori devoti al sacro dettame e sempre pronti al moderno esorcismo: quello di attribuire ai dissacratori l’infame etichetta di complottista.
Al contrario, ritengo che i presenti contributi (…)

Per leggere tutto l’articolo, clicca qui.

________________________________________________________
Osservatorio pandemia
________________________________________________________

Considerazioni sensate e uno stile tagliente, come sempre, nel punto settimanale sull’epidemia da parte di Nino Carella: clicca sull’immagine qui a destra.

________________________________________________________
Inspiegabili focolai nelle case di riposo
________________________________________________________

Anziani diventati positivi dopo la vaccinazione: l’evento si è ripetuto, nei giorni scorsi, in una tale quantità di strutture da rendere difficile la casualità.
Ancora più difficile capire come possa succedere, con questo pseudo-vaccino, in realtà un farmaco che modifica l’RNA; viene se mai rafforzata l’idea dell’inattendibilità dei controlli.
Massimo Mazzucco, ospite di Fabio Frabetti di Border Nights, presenta la rassegna stampa in proposito: clicca sull’immagine.

________________________________________________________
Attenti a quei tre
________________________________________________________

La rubrica è stata spostata in modo permanente in fondo alla colonna destra del blog.
Sarà così possibile accedere ai commenti settimanali di Contro-tv fin dal sabato mattina.

Se sei in ambito Worpress Reader (fondo pagina bianco), per passare in modalità originaria blog, clicca qui. (Link utile solo se sei su personal computer).

________________________________________________________
La scienziata che non vediamo in tv
________________________________________________________

Loretta Bolgan ha un curriculum di tutto rispetto (vedi qui): la sua preparazione risulta peraltro evidente nell’ascoltarla.
Ha tuttavia un piccolo difetto: non è allineata a quella pseudo-scienza ufficiale che, a media unificati a livello nazionale e planetario, detta le linee dell’interpretazione della pandemia e le misure per contrastarla.
Perciò la sua autorevole voce è limitata ai canali di controinformazione.
In quest’intervista sul tema dei nuovi vaccini, rilasciata sul finire del 2020 a Francesco Toscano (su “Vox Italia TV”), sottolinea la totale mancanza di evidenze sulla relativa efficacia e sicurezza, secondo un’ “ampia letteratura scientifica”. E come dunque non sia accettabile una sperimentazione sulla nostra pelle, magari resa obbligatoria, o… fortemente consigliata, col ricatto d’un patentino vaccinale che dia accesso esclusivo a certi diritti.
Ascoltiamola, cliccando sull’immagine.

________________________________________________________
Una morte annunciata
________________________________________________________

Venerdì scorso abbiamo appreso, dal sito Luogocomune.it, l’epilogo, avvenuto meno di due mesi fa, d’una vicenda atroce.
Brandy Vaughan, quarantacinquenne californiana, dopo essersi licenziata dalla multinazionale farmaceutica Merck, aveva fondato l’associazione “Learn the Risk”, molto attiva per mettere in guardia le persone sui rischi associati alle vaccinazioni, associazione che ha poi avuto una notevole influenza sull’opinione pubblica.
Dalla fine del 2019 comincia una serie d’intimidazioni, da lei denunciate in questo video (almeno finché non verrà censurato; non esiste versione tradotta in italiano, ma si possono attivare i sottotitoli in inglese).
Sentendosi sotto assedio, scrive una lettera, in cui dichiara di godere di ottima salute sia fisica che psichica e che una sua morte improvvisa si sarebbe trattata sicuramente di un assassinio. Di questa lettera esiste la traduzione italiana, che potete leggere cliccando sull’immagine della donna.
Lo scorso 7 dicembre viene trovata senza vita dal figlio di nove anni.
Pochi giorni dopo, in seguito all’autopsia, viene dichiarata morta per cause naturali.

________________________________________________________
Una lezione di giornalismo (e di vita)
________________________________________________________

Ancora a proposito di obblighi vaccinali:
Da Hong-Kong, dove vive con la famiglia, l’adorabile Heather Parisi, volto e voce (e… brio) popolarissimi della nostra tivù anni ottanta, in data 31 dicembre 2020 ha risposto, con grande signorilità e incisività, alle meschine accuse rivoltele dal conduttore televisivo Luca Telese. Rileggiamo il suo scritto, cliccando sull’immagine.

________________________________________________________
La zampata del leone
________________________________________________________

Dopo undici anni d’assenza, Vladimir Putin è intervenuto in videoconferenza al Forum Economico di Davos, con un discorso che, a detta di Roberto Quaglia, “rischia di passare alla storia”.
Spesso siamo portati a interpretare la cronaca nella tradizionale chiave geo-politica, quella di scontro fra nazioni, vale a dire in prospettiva “orizzontale”, quando invece il presente è connotato, per la prima volta, da una terza dimensione “verticale” sovranazionale, quella delle oligarchie, essenzialmente svincolate dalla geografia mondiale e composte da interessi finanziari, tecnologici, industrial/farmaceutici e mediatici.
Se ne scordano anche valenti giornalisti d’inchiesta, quando indagano sull’eventuale origine premeditata della pandemia come scontro di interessi strategici fra Stati Uniti e Cina, o comunque fra potenze nazionali.
Lo statista russo, a cui invece è ben chiara la situazione, interviene al festival delle oligarchie mondiali per lanciare un allarme.
Cari potenti, è in pratica il suo messaggio, nessuno ha l’ardire d’intaccare le vostre immense ricchezze, ma state attenti a sostituirvi completamente ai poteri e agli accordi nazionali, perché “la situazione mondiale può svilupparsi in modo imprevedibile e incontrollabile; c’è la possibilità di affrontare un vero e proprio crollo nello sviluppo mondiale, che potrebbe portare alla lotta di tutti contro tutti”.
Una breve sintesi del suo intervento è consultabile qui, ma ancor più interessante è il citato commento di Roberto Quaglia, che si può ascoltare dal minuto 23’13” del notiziario di Contro-tv (clicca qui).
Per ascoltare l’intero discorso di Putin (con traduzione simultanea), clicca sulla sua immagine.

________________________________________________________
Innalziamo il pensiero
________________________________________________________

Nella terza “pillola filosofica” severiniana, Angelo Santini affronta la triplice struttura dell’apparire e, ancor più fondamentale, l’impossibilità del divenire: clicca sull’immagine a destra.

Ancora un brano di Franco Bertossa: questa volta non si tratta di riflessioni sapienziali, ma di un coinvolgente racconto di viaggio, ambientato nel 1980 in India e, più precisamente, nello spostamento da Patna a Benares.
Per leggerlo, clicca sull’immagine a sinistra.

________________________________________________________
Un piccolo aiuto
________________________________________________________

Lo Zecchino d’oro, quest’anno, ha dovuto cedere ai diktat del Coronavirus, benché fosse già tutto pronto, compreso l’album dei nuovi brani (qui su Spotify): lo spettacolo, se tutto va bene, andrà in onda in maggio.
È venuta meno, così, un’importante fonte di finanziamento delle attività dell’Antoniano di Bologna, a cominciare dalla mensa quotidiana per chi è in difficoltà.
Ci sembra il momento più adatto per aiutare questi frati francescani, il cui operato si può toccare con mano.
Per le modalità di sostegno, clicca sull’immagine.

________________________________________________________
Una pagina di lettura
________________________________________________________

(foto di Max Cardelli)

Il cantautore Vasco Brondi (Verona, 1984) si distingue per i suoi testi, di ardita e felice ricerca lessicale, che ne fanno un testimone dei nostri tempi.
Quello che presentiamo qui s’intitola “Coprifuoco”, ma non inganni il titolo, almeno se non gli si vuole dare un valore profetico, in quanto è stato composto alla fine del 2017, dunque un po’ di tempo prima del nostro coprifuoco attuale e già quasi abituale.
Per leggerlo, clicca sull’immagine.

________________________________________________________
Suggerimenti in fa diesis minore
________________________________________________________


Non resta ora che ascoltare il brano, presentato nella rubrica precedente, accompagnato dalle sequenze del videoclip originale: clicca sull’immagine.

________________________________________________________
Amazing immagini
________________________________________________________

“Catturati” nella rete internet, ecco una magnifica galleria di animali, ospiti di una natura ancora invernale:
Codirosso (qui)
Cincia (qui)
Capriolo (qui)
Camoscio (qui)
Scoiattolo (qui)
Lupi (qui)
Volpe delle nevi (qui).

________________________________________________________
Sorrisoterapia
________________________________________________________

Immagini, battutte e un brano musicale classico ma non molto noto, oltre alle immancabili, incredibili avventure dei Gemelli, in quest’edizione della rubrica sorridente.
Clicca sull’immagine.

________________________________________________________
La poesia del lunedì
________________________________________________________

Questa settimana presentiamo la poesia “Solitudine amica”, che potete leggere cliccando sull’immagine.

________________________________________________________
Se ti è piaciuto l’Antizuc...
________________________________________________________

…mi raccomando d’iscriverti gratuitamente al blog, per ricevere via mail la notifica delle nuove pagine che verranno pubblicate!
Puoi farlo qui in fondo a pie’ di pagina, o lassù, appena sotto l’intestazione nella colonna di destra.
Nota bene: se sei in ambiente WordPress Reader (se cioè le pagine hanno sfondo bianco e non rosa), devi prima richiamare la versione originaria per browse di: Franz-blog.it.

Pubblicato in Antizuc, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’Antizuc (2021-2)

Settimanale – esce il martedì sera o il mercoledì – Direttore “irresponsabile”: Francesco Selis
26 gennaio 2021
________________________________________________________
La prospettiva storica
________________________________________________________

Un sottile ma importante filo conduttore attraversa, comparendo e sparendo come un fiume carsico, i paragrafi di questo secondo numero dell’Antizuc: la rivisitazione degli ultimi cent’anni di storia.
La settimana trascorsa è stata generosa d’importanti contributi in questo senso: in chiave giuridica quello di Ugo Mattei, prettamente storica quello di Franco Fracassi e sociologica per Mauro Scardovelli (tornato brillantemente, per sua e nostra fortuna, sul campo di battaglia).
Probabilmente non è un caso: dieci mesi di deragliamento, dai tranquilli binari (sia pur verso il bàratro ambientale…) della cosiddetta normalità, hanno inevitabilmente (…)

Per leggere tutto l’articolo, clicca qui.

________________________________________________________
Osservatorio pandemia
________________________________________________________

Ha un piglio polemico e graffiante, Nino Carella, ma le sue analisi sui grafici dell’epidemia sono oneste e, per questo, interessanti per tutti.
Quello linkato qui è tratto dalla sulla sua pagina Facebook, in data sabato 23 gennaio.

________________________________________________________
Attenti a quei tre
________________________________________________________


Inauguriamo una nuova rubrica fissa: il commento sui fatti della settimana, da parte di Massimo Mazzucco con la collaborazione di Margherita Furlan e Roberto Quaglia, che viene trasmesso ogni venerdì sera da contro.tv.
Fra i canali d’informazione non allineata, si tratta a nostro parere di quello più interessante.
Clicca sull’immagine.

________________________________________________________
L’acuto sguardo di un giurista
________________________________________________________

Nello scorso numero dell’Antizuc, abbiamo riportato l’appello di Claudio Messora, che s’è visto oscurato da Youtube il suo canale “Byoblu”, solo per aver diffuso i dubbi sull’efficacia del vaccino espressi dal professor Peter Doshi.
L’appello ha ottenuto ascolto e reazione da parte dell’ “Osservatorio permanente sulla legalità costituzionale”, presieduto dal giurista Ugo Mattei, che promette battaglia, dapprima presso l’AGCOM, poi eventualmente nelle sedi legali nazionali fino a quelle europee.
È stata l’occasione per una sua intervista, da parte dello stesso Messora, in cui Mattei ha potuto esprimere la sua visione della società su base storica, come processo capitalistico di accumulo ed espropriazione di ricchezze, avvenuto nel corso degli ultimi trecento anni e giunto ora a un livello di massima esasperazione.

Al di là di quegli occhiali, lo sguardo del giurista è acuto ed estramemente istruttivo.
Smettiamola, dice, di contrapporci sterilmente: non solo destra/sinistra, o mascherina sì/no, ma anche addirittura globalisti/sovranisti, sono dialettiche da superare, nel nome, invece, di un’unica importante sfida: quella fra espropriatori di ricchezza (i detentori di patrimoni colossali) e popolazione depredata.
Nel nome dei “beni comuni”, ci parla della sua promettente organizzazione, “Generazioni future”.
L’intervista è ascoltabile cliccando qui.
(Vedi anche sotto, nella rubrica “Un piccolo aiuto”).

________________________________________________________
Dal “nostro” inviato in Florida
________________________________________________________

Roberto Mazzoni ci propone il discorso pubblico di commiato di Donald Trump, sottotitolato in italiano e preceduto da un suo commento.
La scala di valori americana, da cui siamo molto distanti, ha indubbiamente guidato l’efficace operato del presidente uscente, e sconfitto solo da un furto elettorale da dittatura del terzo mondo (ma di dimensioni da superpotenza industriale), com’è convinto chiunque abbia seguito la vicenda senza il paraocchi di tutti i media del mondo. Senza tale macchina dei brogli, la sua rielezione avrebbe avuto caratteri trionfali.
Non possiamo comunque esimerci dall’applaudire almeno due risultati indiscutibili, ottenuti nel suo quadrienno: l’abbattimento della disoccupazione e la rinuncia (unico fra i molti che l’hanno preceduto) a ingaggiare nuove guerre e, anzi, il ritiro di contingenti dai teatri di quelle precedenti.
Non è passata neanche una settimana dall’insediamento del nuovo presidente e già una colonna di carri armati ha fatto ingresso in Siria, a minare gli equilibri di pace ottenuti dalla presenza russa, mentre, sempre provocatoriamente nei confronti dei Russi, sono stati promessi consistenti aiuti militari all’Ucraina.
Le minacce alla pace mondiale rappresentate dalla nuova amministrazione sono il primo, fra i temi affrontati nel notiziario settimanale di Contro.tv linkato sopra, nella rubrica “Attenti a quei tre”.
Per ascoltare invece il video proposto da Mazzoni, clicca sull’immagine.

________________________________________________________
Riscrivere la storia
________________________________________________________

Franco Fracassi è un giornalista d’inchiesta indipendente.
Ha appena pubblicato un libro che s’intitola “IV Reich”, in cui, su basi documentali indiscutibili, viene rivisitata la storia degli ultimi cent’anni, con esiti assolutamente straordinari.
Ce ne parla, con generosità di dettagli, in un’intervista concessa a Massimo Mazzucco.
Il tema di fondo è l’organizzazione nazista denominata Odessa, che, dal dopoguerra in avanti, troviamo coinvolta in tutti i principali eventi internazionali.
Ma c’è anche spazio: per gli strani intrecci d’interessi fra gli Stati Uniti e la Germania di Hitler, che hanno come incredibile snodo un avvocato newyorkese che diventa amico del führer; per i corridoi protetti che, sul finire della guerra, hanno permesso l’espatrio dall’Europa a milioni di nazisti e fascisti; per la smentita della fine ufficiale di Hitler; e per Licio Gelli (così come Stefano Delle Chiaie), in un’inedito ruolo di protagonista internazionale, nonchè come architetto di un colpo di stato in Italia sventato casualmente, nel 1981, pochi mesi prima dell’attuazione.
L’ascolto dell’intervista (cliccando qui) è più avvincente di tanti racconti fantastici.

________________________________________________________
Il condottiero s’è rialzato
________________________________________________________

Sembra fortunatamente del tutto rientrato l’allarme, che avevamo lanciato nello scorso numero, sulla crisi depressiva di Mauro Scardovelli, almeno a giudicare dalla quantità di nuove sue pubblicazioni.
Fra queste, spicca una trilogia di video-lezioni sul tema “Propaganda – Capitalismo – Fine della democrazia”.
Il primo di questi contributi, che viene presentato come “uno dei più importanti mai prodotti da Aleph” (che è la sua ‘Libera università popolare’), è, anche in questo caso, una rivisitazione della storia degli ultimi cent’anni, con la propaganda come chiave di lettura; interessante, in particolare, la figura di Edward Bernays, a tutti gli effetti il precursore delle tecniche di manipolazione collettiva, oggi più che mai ingegnerizzate su scala globale.
Per ascoltarlo, clicca qui.

________________________________________________________
Innalziamo il pensiero
________________________________________________________

La seconda “pillola filosofica” di Angelo Santini sul pensiero di Emanuele Severino (nell’immagine), affronta i princìpi d’identità e differenza nella “Struttura originaria”, che è la prima opera da cui si è poi sviluppata la mirabile costruzione severiniana.
Ecco il video: clicca qui.

Ancora un brano, pubblicato su Facebook, di Franco Bertossa, intorno al mistero dell’essere e alla poca fortuna che esso sembra godere nei nostri tempi.
Per leggerlo, clicca qui.

 

________________________________________________________
Un piccolo aiuto
________________________________________________________

Un progetto d’azionariato popolare, per la costituzione d’una società che possa essere di sostegno a tutte le attività collegate al progetto “Generazioni future”, come descritto dal suo promotore Ugo Mattei nella straordinaria intervista concessa a Claudio Messora (vedi sopra).
Il link (vedi qui) può essere anche l’occasione per una visita alle pagine del sito legato a tale progetto.

________________________________________________________
Una pagina di lettura
________________________________________________________

La rubrica ospita l’estratto da “La nausea” di Jean-Paul Sartre, riportato da Franco Bertossa a suggello delle sue considerazioni, intorno alla domanda sul senso dell’esistenza nella cultura orientale e in quella occidentale (vedi sopra, nella rubrica “Innalziamo il pensiero”).
La pagina, da lui definita “baricentrale del ‘900”, “descrive un satori, un’illuminazione vera e propria”.
Se volete essere coinvolti in un’esperienza forte, affrontate il brano, cliccando qui.

________________________________________________________
Suggerimenti in fa diesis minore
________________________________________________________

Cambiando decisamente tono…
Dieci anni fa, la brasiliana Marisa Monte e la messicana Julieta Venegas, durante un’esibizione di quest’ultima, hanno dato vita a un piccolo prodigio di grazia, soavità, bellezza.
Consigliatissimi l’ascolto e la visione del brano (“Ilusión”), cliccando qui.

________________________________________________________
Amazing immagini
________________________________________________________

L’amico Valerio Dalla, oltre a suonare molto bene la chitarra, è un eccellente fotografo per passione (l’aggettivo “dilettante” è riduttivo!).
Dalle sue più recenti raccolte, sono qui proposti cinque scatti fra le nevi dell’alto Appennino Bolognese:

Verso Madonna dell’Acero (qui).
Madonna dell’Acero (qui).
Nebbia sull’Alpe di Monghidoro (qui).
Vidiciatico (qui).
Un agrifoglio (qui).

________________________________________________________
Sorrisoterapia
________________________________________________________

Questa volta la pagina del buon umore fa un’incursione nel mondo del nostro calcio, con esiti inimmaginabili…
Non mancano, inoltre, un paio d’immagini divertenti e le consuete avventure dei Gemelli.
Clicca qui.

________________________________________________________
La poesia del lunedì
________________________________________________________

Per concludere, la poesia di questa settimana s’intitola “Le età della mia vita fin qui” (clicca qui).

________________________________________________________
Se ti è piaciuto l’Antizuc...
________________________________________________________

…mi raccomando d’iscriverti gratuitamente al blog, per ricevere via mail la notifica delle nuove pagine che verranno pubblicate!
Puoi farlo qui in fondo a pie’ di pagina, o lassù, appena sotto l’intestazione nella colonna di destra.
Nota bene: se sei in ambiente WordPress Reader (se cioè le pagine hanno sfondo bianco e non rosa), devi prima richiamare la versione originaria per browse di: Franz-blog.it.

Pubblicato in Antizuc, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

L’Antizuc (2021-1)

Settimanale – esce il martedì sera o il mercoledì – Direttore “irresponsabile”: Francesco Selis
19 gennaio 2021
________________________________________________________
L’importanza di un articolo
________________________________________________________

Durante i mesi a cavallo dell’inizio 2020, in questo mio ormai storico blog (consentitemi l’autocelebrazione…), pubblicai cinque articoli tutti intitolati “Antizuc”, poi raggruppati nell’omonima categoria, consultabile qui nella colonna di destra.
Lo scopo del gioco era cercare un po’ di visibilità alternativa ai miei post su Facebook, che avvertivo soffocati, circa la maggiore o minore diffusione all’interno di quel social, dagli algoritmi incontrollabili decisi dal signor Mark Zuckerberg, o da chi per lui.
L’esperimento, senza una mia campagna d’ampliamento dei visitatori del blog, non ebbe un gran successo.
È con rinnovato e moltiplicato entusiasmo che ora, a distanza di un anno, lo ripropongo in un formato nuovo, nuove motivazioni e… una sostanziale differenza (…)
Per leggere tutto l’articolo, clicca qui.

________________________________________________________
Osservatorio pandemia
________________________________________________________

Grafici alla mano, Nino Carella, in data 17 gennaio, dà un quadro della situazione dell’epidemia in Italia, che è interessante consultare perché onesto e non viziato dal terrorismo dei media di regime. Clicca qui.

Parlando invece di vaccini (termine applicato ormai correntemente, ma impropriamente, a quelli che in realtà sono farmaci mutàgeni dell’RNA umano), è girata la notizia, nei… torbidi ambienti cospirazionisti a noi tanto cari, che “una delle voci più influenti a livello mondiale per il New York Times”, il professor Peter Doshi, che si occupa di ricerca sui servizi sanitari farmaceutici, ha affermato, sul British Medical Journal, che l’efficacia reale dei “vaccini” in circolazione non sarebbe intorno al 95% ma tra il 19 e il 29%. Vedi qui.
La denuncia, proveniente da un soggetto qualificato, ha grande rilevanza e lascia prevedere, nei prossimi mesi, scenari quanto meno confusi. Quello che, a nostro parere, stride un po’, sono quelle due percentuali che terminano per nove, come comandano le strategie commerciali. Speriamo che sia solo una coincidenza.

________________________________________________________
Dal “nostro” inviato in Florida
________________________________________________________

Roberto Mazzoni, in modo “scandalosamente” garbato e sorridente e, nello stesso tempo, con grande rigore, accuratezza e libertà di pensiero (che tradisce solo, di tanto in tanto, una formazione politica evidentemente liberista), ha fatto la cronaca quotidiana delle battaglie legali che hanno preceduto il 6 gennaio, giorno funestato dall’irruzione in Campidoglio, a Washington, di un drappello d’infiltrati provocatori, agevolati nel loro ingresso da inconsistenti forze di polizia.
La nostra stampa si è svegliata solo allora, condannando in modo umanime (e altrettanto falso) l’ex-presidente americano come artefice d’un clima d’aggressività e violenza che sarebbe sfociato in quegl’incidenti.
Ora Mazzoni pubblica a giorni alterni un nuovo video, in cui espone gli aggiornamenti, sempre interessanti, sulla situazione a stelle e strisce.
La sua, inoltre, è una delle voci di denuncia più incisive contro i colossi del web, che invita a boicottare con l’astensione dai loro servizi.
Le sue conversazioni hanno sempre un ritmo lento e richiedono, perciò, calma e tempo libero nell’ascolto; sono inoltre incentrate sui più recenti dettagli; fortuna vuole che sabato 16 gennaio abbia pubblicato un video in cui viene intervistato via web: in questo caso la sua comunicazione è più stringata e sui temi generali, dunque adattissima (in questa rubrica che sarà fissa) per un primo link, assolutamente consigliabile: clicca qui.

________________________________________________________
La caduta del condottiero
________________________________________________________

Mauro Scardovelli è uno dei personaggi di maggiore spicco, nel mondo di chi si oppone all’attuale deriva globalista delle istituzioni e della società.
Unisce competenze molto diverse, dalla psicoterapia, che è la sua professione, a fondamenti di economia, giurisprudenza e, soprattutto, Costituzione della Repubblica.
Ha le caratteristiche d’un leader, capace di compattare un movimento di radicale rinnovamento.
Davvero inaspettata, dunque, è stata la sua confessione, davanti a una webcam e in presenza di alcuni collaboratori, d’una devastante crisi depressiva che l’ha colpito improvvisamente, in seguito alle amare delusioni sul campo di battaglia.
Coraggiosa, la messa a nudo della propria debolezza, non fa evitare tuttavia di pensare che, fin qui, egli abbia riposto troppe aspettative sui risultati della sua costante azione.
Il dipanarsi dei risultati non è nelle nostre mani, verrebbe voglia di dirgli, ma questi non potranno mai mancare, se l’azione è dettata sempre e soltanto da una passione autentica e libera.
Ecco (clicca qui) la sua sconvolgente confessione.
Coraggio, condottiero, abbiamo bisogno di lei.

________________________________________________________
Innalziamo il pensiero
________________________________________________________

L’amico Angelo Santini è un appassionato conoscitore del pensiero di Emanuele Severino, il grande filosofo che ci ha lasciati proprio un anno fa. Anzi, dichiara spesso di considerarlo il più grande di tutti i tempi.
I libri di Severino sono estremamente indigesti, per chi non abbia una lunga pratica con l’analisi filosofica, in quelle pagine portata a livelli di rigore quasi maniacale; da ormai parecchio tempo, Santini ne fa oggetto di frequentissime dissertazioni (e talvolta anche confronti verbali), con l’intento di divulgarne i contenuti.
Obiettivo peraltro non facile, vista la complessità e il carattere non intuitivo delle tesi severiniane, che costringono a un certo sforzo di revisione della realtà come ci appare.
Ora ha voluto pubblicare una serie di brevi video, che ha chiamato “pillole filosofiche” e che possono costituire una porta d’accesso al radioso messaggio eternalista del filosofo bresciano.
Da intellettuale portato anch’egli all’analisi, Angelo Santini, nonostante gl’intenti, utilizza un linguaggio non sempre alla portata di tutti, ma è comunque utile, ed encomiabile, il suo grande impegno.
Ecco la prima “pillola”: clicca qui.

Franco Bertossa è un grande esperto delle culture orientali che gravitano intorno al buddismo. Nei confronti di Severino, che ha frequentato e di cui è stato amico, ha un approccio critico, denunciando, nel pensiero di lui, i limiti della razionalità occidentale, che non basterebbe a cogliere lo sconvolgente ma salvifico stupore, di fronte all’insensatezza inspiegabile dell’esistente.
Spesso Bertossa pubblica su Facebook le sue considerazioni sapienziali e le sue testimonianze, di numerosissimi affascinanti incontri ed esperienze vissute in quei paesi lontani.
Vi propongo questa sua recente dissertazione sulle varie tipologie della mente nel pensiero orientale: clicca qui.

________________________________________________________
Un piccolo aiuto
________________________________________________________

Il piccolo aiuto che ci viene richiesto, a inaugurare questa rubrica, è da parte di Claudio Messora (il videoblogger di Byoblu e fondatore di Davvero-tv), probabilmente il più popolare fra i diffusori d’informazione libera.
La macchina di tutti i suoi progetti, attivi e in espansione, ha ricevuto un brutto colpo, in termini anche finanziari, con l’oscuramento provvisorio, ma che è facile prevedere presto definitivo, del canale “Byoblu” su Youtube, a seguito della pubblicazione di quella stessa notizia sull’efficacia dei vaccini ripresa qui sopra.
Leggiamo il suo accorato appello, cliccando qui.

________________________________________________________
Una pagina di lettura
________________________________________________________

Amanda Bonaconsa è scrittrice di racconti brevi, nonché blogger (antica affezionata amica del Franz-blog).
L’ultimo racconto che ha pubblicato è più lungo del solito e, col suo turgore immaginifico e narrativo (neanche troppo stemperato dalla mancanza di una meticolosa revisione del testo), testimonia le sue grandi doti creative.
Il racconto s’intitola “Le tentazioni di Antonio” e lo trovate cliccando qui.

________________________________________________________
Suggerimenti in fa diesis minore
________________________________________________________

Il titolo di questa rubrica musicale, molti l’avranno capito, prende spunto da uno dei brani più suggestivi e famosi di Angelo Branduardi (“Ballo in fa diesis minore”).
Doverosamente a lui è dedicata questa prima segnalazione.

Il cantautore lombardo, nella seconda metà degli anni settanta, conobbe un grande successo, anche internazionale, che poi non riuscì a conservare, quanto meno a quei livelli.
Non ha mai smesso, però di comporre e produrre nuovi album, alcuni di grande interesse, come “Il dito e la luna”, del 1998.
Quest’opera si distingue da tutte le altre perché i testi, anziché dalla moglie Luisa Zappa, sono scritti da Giorgio Faletti, con esiti sicuramente migliori.
Se avete accesso alla magica e sconfinata galassia Spotify, potete ascoltare l’intero album cliccando qui.

________________________________________________________
Amazing immagini
________________________________________________________

La breve galleria che inaugura questa rubrica è dedicata ad alcune spettacolari immagini di Bologna, estratte da Facebook.

Torre Asinelli (qui).
Via de’ Pepoli (qui).
Portico dei Servi (qui).
Via Caduti di Cefalonia (qui).
Basilica di San Luca e la città (qui).

________________________________________________________
Sorrisoterapia
________________________________________________________

In questa pagina dedicata all’umorismo, fanno il loro trionfale ritorno, fra l’altro, gl’impagabili Gemelli per Sbaglio, Rocco e Rollo!
Clicca qui.

________________________________________________________
La poesia del lunedì
________________________________________________________

Si sposta qui sull’Antizuc, come ultima rubrica, l’appuntamento settimanale con le mie poesie, che regolarmente, da due anni e mezzo, compongo quasi ogni domenica, per poi rifinirle (e fino a due settimane fa pubblicarle su Facebook) il lunedì.

Quella di ieri s’intitola “Riscaldamento autonomo” (clicca qui).

________________________________________________________
Se ti è piaciuto l’Antizuc…
________________________________________________________

…mi raccomando d’iscriverti gratuitamente al blog, per ricevere via mail la notifica delle nuove pagine che verranno pubblicate!
Puoi farlo qui in fondo a pie’ di pagina, o lassù, appena sotto l’intestazione nella colonna di destra.
Nota bene: se sei in ambiente WordPress Reader (se cioè le pagine hanno sfondo bianco e non rosa), devi prima richiamare la versione originaria per browse di: Franz-blog.it.

Pubblicato in Antizuc, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti